Lettera aperta del Vice Presidente della Regione Marche, Dott.ssa Anna Casini, relativa all’emergenza COVID ed in particolare alla ripartenza iniziata con la Fase-2.

In data 21 maggio 2020 il Vice Presidente della Regione Marche, Dott.ssa Anna Casini, ha inviato il seguente messaggio in merito alla ripartenza iniziata con la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus:

Carissimi e carissime,

come descrivere il momento che stiamo vivendo? Imprevisto? Difficile? Complesso?

Io direi “unico”, come le scelte che sia a livello governativo che regionale siamo stati chiamati a fare per tutelare la salute individuale e collettiva, per assicurare cure ed assistenza, per fermare il contagio. Oggi, come tutti sappiamo, è in pieno svolgimento la “Fase 2”: una ripartenza che deve essere affrontata con prudenza, nella certezza che possiamo gestirla positivamente a patto che nessuno sia dimenticato o lasciato solo.

Non ci siamo fermati in questi mesi, abbiamo lavorato sull’emergenza ed oggi lavoriamo sulla riapertura, con gli aiuti che ci vengono (e ci verranno) dall’Europa e con le nostre forze.

In particolare, un settore non si è mai fermato: quello dei produttori agricoli, che insieme a trasportatori, grossisti, dettaglianti, commercianti, anche nel momento più buio della chiusura totale, ci ha permesso di fare la spesa, di cucinare, di riunirci intorno alle nostre tavole, di consolarci e di gratificarci.

Oggi è a questo settore, così importante per la nostra economia regionale, che mi rivolgo: come Regione Marche abbiamo pensato ad una serie di provvedimenti, con iniziative messe in atto grazie al contributo del Programma di Sviluppo Rurale Marche 2014/2020 e con finanziamenti regionali.

Innanzitutto le proroghe: numerose scadenze relative a bandi PSR Marche 2014/2020 sono state posticipate per consentire una più ampia partecipazione; sono state attivate azioni di sospensione o modifica dei termini per la presentazione di documentazione integrativa e richieste di riesame di domande, come pure altre azioni riguardano la semplificazione delle procedure.

A queste importanti disposizioni, che possono consentire alle aziende di mantenere inalterate le possibilità di investimento, ne abbiamo aggiunte altre per garantire il mantenimento dei prodotti sul mercato. Ad esempio, alle attività agrituristiche è stata consentita l’attività di ristorazione con consegna a domicilio, per le aziende zootecniche sono stati riconosciuti contributi una tantum, per le imprese agricole sono state attivate misure per favorire la vendita a domicilio di prodotti agricoli.

La Legge Regionale n.13 del 10 aprile 2020 ha promosso inoltre l’attivazione di strumenti straordinari di sostegno alle imprese agricole e al lavoro autonomo, ulteriori rispetto a quelli previsti dallo Stato.

Fra questi cito un fondo destinato alla concessione di prestiti agevolati o all’abbattimento dei costi per l’accesso ai prestiti presso il sistema creditizio, rivolto ad imprese appartenenti ai settori dell’agricoltura, della pesca, del commercio, del turismo, dei servizi, dell’industria e dell’artigianato e a lavoratori autonomi.

Il testo integrale riportante tutte queste importanti novità potete consultarlo sul sito PSR Marche. Siamo ora al lavoro per mettere a disposizione ulteriori ingenti risorse, che possano dare risposte alle numerose esigenze del settore e presto verrete aggiornati anche su queste.

Continuate a seguirci sui nostri canali social e sul sito PSR per ulteriori approfondimenti.

Ancora una volta, insieme, ce la faremo.

Anna Casini

Vice presidente e Assessore all’Agricoltura – Regione Marche

Contenuto inserito il 22/05/2020
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità