REFERENDUM DEL 17 APRILE 2016 – Voto degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche, nonchè ai familiari conviventi.

In occasione del referendum del 17 aprile 2016, agli elettori italiani residenti ad Ussita che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, nonché ai familiari con loro conviventi, viene riconosciuto il diritto di voto per corrispondenza nella circoscrizione Estero previa espressa opzione valida per un’unica consultazione.

L’opzione per il voto per corrispondenza dovrà pervenire al comune di Ussita entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali (con possibilità di revoca entro lo stesso termine) ossia entro il 26.02.2016.

Attesa l’estrema ristrettezza dei tempi ed in sede di prima attuazione con la consultazione referendaria del 17.4.2016, il suddetto termine è da considerarsi meramente ordinatorio al fine di garantire comunque il diritto al voto costituzionalmente tutelato. Pertanto il Comune considererà valide le opzioni pervenute in tempo utile ai fini della loro comunicazione al Ministero dell’interno entro il trentesimo giorno antecedente la votazione in Italia.

L’opzione può essere inviata per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure può essere recapitata a mano al comune anche da persona diversa dall’interessato  utilizzando l’allegato modello, predisposto in formato PDF editabile,  necessariamente corredato di copia di documento d’identità valido dell’elettore.

Allegati

201602201009 [PDF - 59 KB - Ultima modifica: 20/02/2016]

Contenuto inserito il 20/02/2016
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità